Come Ottenere Lead Di Qualità Per la Tua Rete in Franchising

Per avere successo una insegna di franchising ha bisogno di trovare delle lead di qualità per aumentare la propria rete. Ecco allora di seguito i miei consigli su come generare lead profilate per il tuo franchising.

Sviluppa un profilo dei tuoi affiliati ideali

Prima ancora di iniziare a creare campagne di marketing, dovresti mappare ogni dettaglio del tuo affiliato ideale e creare un profilo. Queste sono le informazioni che devi prima di tutto sapere sui tuoi possibili franchisee:

  • Età
  • Livello di istruzione
  • Interessi
  • Esperienze pregresse
  • Livello di reddito
  • Budget di spesa disponibile
  • Comportamento decisionale (ad esempio, quanto tempo impiegano per prendere una decisione e con quali criteri)

Creare un profilo è molto importante  perché ti aiuta anche ad individuare le leve su cui agire per chiudere i tuoi contratti di affiliazione.

Trova il tuo target

Solo dopo aver sviluppato un profilo cliente dettagliato è possibile individuare un pubblico (o target) sulle piattaforme di comunicazione che hai scelto di utilizzare.

Dato che, in genere, all’interno del proprio pubblico sono presenti più segmenti di target con caratteristiche omogenee tra loro, ti consiglio di sviluppare la tua strategia attraverso la realizzazione di più tipi di annunci in modo da poter facilmente misurare e ottimizzare i tassi di risposta di ciascuno.

Realizza gli annunci

Come già accennato, il profilo del tuo franchisee ideale da te creato è in grado di dirti molto anche sul processo decisionale dei tuoi potenziali affiliati. Tieni sempre conto di queste informazioni nel momento in cui realizzi i tuoi annunci.

Se i tuoi potenziali affiliati prendono decisioni mossi soprattutto da valutazioni emotive focalizza le tue pubblicità sui sentimenti (facce felici, grafica colorata, testimonianze brillanti). Se invece tendono fare scelte soprattutto per ragioni oggettive, focalizza i tuoi annunci su statistiche, vantaggi e valore.

Se la tua offerta è difficile da spiegare, prendi in considerazione la produzione di contenuti video che ti permettano di trasmettere in modo più efficace la tua proposta.

Tieni anche presente che potrebbero volerci mesi prima che le tue lead diventino contratti, quindi ti consiglio di mettere a punto anche un’adeguata strategia di retargeting in modo tale che dopo che un utente ha visitato il tuo sito, questi continui a visualizzare i tuoi annunci nel tempo.

Fornisci indicazioni circa il budget di spesa

Le aziende che cercano affiliati sono spesso riluttanti ad inserire nei loro annunci pubblicitari dei riferimenti al budget di spesa. Hanno infatti paura che questo limiti la generazione dei contatti. Niente di più sbagliato!

Tralasciare i costi infatti fa generare molte lead, ma la maggior parte di questi saranno poco profilate perché interessate a livelli di spesa inferiori a quelli necessari.

Inserendo il budget di spesa previsto non solo eliminerai le lead non profilate, ma ottimizzerai anche la tua spesa pubblicitaria in quanto attirerai solo contatti di persone realmente interessate.

Filtra i tuoi contatti

La pagina di destinazione, o landing page, dei tuoi annunci deve avere sempre un modulo che ti permetta di porre ai tuoi potenziali affiliati tutte le domande che riterrai necessarie per profilare al meglio i tuoi contatti.

Se qualcuno dovesse quindi presentare caratteristiche non in linea con il profilo, sarai sempre libero di non contattarlo evitando ad entrambi una perdita di tempo.

Crea un ciclo di feedback

Una volta che le tue campagne avranno iniziato a generare lead e avrai cominciato ad avere i primi contatti, non dimenticarti di prendere nota di tutto quello che avviene all’interno del tuo CRM.

Un CRM non è altro che una piattaforma che ti permette di gestire in modo più efficace tutte le relazioni aziendali.

È molto importante che una volta che inizi a lavorare le tue lead, riesca a monitorare tutto quello che avviene tramite il CRM tenendo traccia del canale che ha generato quel particolare contatto, di tutte le informazioni che hai ricevuto e di quanti e quali tipi di scambi avete avuto (mail, telefonate, contatti diretto e così via).

Stabilisci un sistema per misurare le lead di qualità

Per poter essere certo che stai generando lead di qualità, dovrai dotarti anche delle opportune metriche.

In genere, gli esperti di marketing utilizzando come metrica principale il costo per lead. Quando questo è troppo alto significa che non stai generando lead profilate ad un costo sostenibile.

In questo caso, sarà utile rivedere tutti i precedenti passaggi, dall’impostazione del profilo, alla generazione degli annunci e delle campagne per capire dove hai sbagliato.

Fai dei Test

Ultimo consiglio: mai fermare la fase di testing. Mai. Anche quando sei convinto di aver azzeccato la tua strategia.

È molto importante, se il tuo obiettivo è generare lead sempre più profilate, testare sempre nuovi messaggi, nuovi targeting, nuove piattaforme pubblicitarie, misurando per ciascuno il costo per lead. Tutto questo potrà sembrarti un lavoro estenuante, ma alla fine, vedrai, porterà i risultati sperati!

Anna Porello
Anna Porello
Imprenditrice digital e blogger. Fonda la sua prima startup di entertainment geolocal nel 2006 e la vende a una nota azienda italiana. Dopo anni come consulente nei processi di digitalizzazione di grandi imprese, decide di mettersi in proprio e nel 2016 co-fonda Intraprendere.net, portale dedicato al business e all'imprenditoria che presto si trasforma in un'azienda di content marketing. Ha scritto il libro "Fuga dall'ufficio". E' il cuore pulsante di Franchising Top.

Ti è piaciuto l'articolo?

Resta in contatto con noi

Iscriviti alla newsletter e riceverai tanti altri consigli di marketing per la tua insegna di franchising. Se ti iscrivi oggi riceverai il nostro ebook gratuito per calcolare il budget da dedicare alla lead generation in base ai tuoi obiettivi di aperture

>