Le 5 Idee Per Potenziare la Strategia di Marketing della Tua Rete in Franchising

Sei alla ricerca di nuovi modi per far crescere il tuo franchising? Allora sei capitato proprio nel posto giusto!

In questo articolo ti illustrerò, infatti, alcune idee per migliorare la strategia di marketing del tuo franchising. Pronto per cominciare? Allora, partiamo subito!

1. Conosci gli indicatori di prestazione

Prima di parlare dei vari canali promozionali, ci sono due indicatori di prestazione (KPI) che devi assolutamente conoscere per impostare al meglio la tua strategia: il “Costo Per Lead” (CPL) e il “Costo per vendita” (CPS).

Sia che tu stia ottenendo i tuoi contatti da amici, clienti, altri affiliati, fiere, campagne Ads o Adwords oppure portali di franchising, è indispensabile che tu conosca per ciascun canale qual è la spesa sostenuta per l’acquisizione di ogni contatto (o CPL).

Il CPS invece indica la spesa sostenuta per ciascuna vendita o contratto stipulato per ogni canale da cui deriva il contatto.

Una volta che avrai valutato qual è il costo per lead e il costo per vendita di ciascun canale di Lead Generation che utilizzi per il reclutamento di nuovi affiliati, sarai in grado di comprendere quali sono le strategie giuste per te e quelle che, invece, è il caso di rivedere.

2. Determina il tuo budget pubblicitario

Un altro passaggio fondamentale consiste nel definire qual è il tuo budget da destinare alla pubblicità e suddividerlo fra tutti i canali che hai deciso di utilizzare.

Il mio consiglio, in questo caso, è cominciare sempre dal piccolo per poi aumentare la quota destinata al marketing una volta che avrai dei dati a disposizione. All’inizio infatti i costi per la pubblicità sono sempre poco performanti proprio perché non hai abbastanza dati da parte degli indicatori di prestazione.

Quando avrai sufficienti dati per analizzate i tuoi KPI potrai definire con più chiarezza la tua strategia e allocare meglio le tue risorse.

3. Introduci da subito strumenti per profilare i tuoi contatti

Una strategia di lead generation affidabile richiede che tu ottenga non solo un gran numero di contatti, ma che questi contatti siano anche di qualità. Cosa significa questo? Che i contatti che ottieni con le tue strategie di lead generation dovranno il più possibile corrispondere con il profilo del tuo franchisee ideale.

I modi per ottenere questo risultato sono molteplici: prima di tutto selezionando i canali in cui andare a trovare i tuoi contatti (in questo caso fiere di settore e un servizio come quello offerto da FranchisingTOP sono sicuramente la scelta migliore), dopodiché risulta senz’altro utile introdurre nel format di contatto una serie di domande per capire skill, interessi e capacità di spesa di coloro che ti lasciano la loro e-mail.

4. Fornisci valore all’utente

Sei d’accordo con me che l’obiettivo ultimo di una strategia di lead generation non è ottenere tanti contatti ma chiudere contratti? Questo significa che dovrai iniziare il tuo rapporto col potenziale affiliato nel modo giusto!

Per conquistare rapidamente la fiducia del tuo futuro franchisee è opportuno fornirgli fin da subito qualcosa che abbia per lui un valore.

Un buon lead magnet in questo caso è rappresentato da guide o altri contenuti di valore che l’utente possa scaricare gratuitamente dal sito in cambio della sua e-mail.

5. Non avere paura di sbagliare e ricominciare tutto da capo

Ecco l’ultimo consiglio che voglio darti per le migliorare le tue strategie di marketing del tuo franchising: non avere paura di sbagliare e ricominciare tutto da capo.

Dagli errori è sempre possibile imparare e, quando qualcosa è destinata a non funzionare, è sempre meglio saperlo prima che dopo!

Ritieniti quindi fortunato se qualche strategia che hai scelto di adottare non dovesse dare i frutti sperati all’inizio: meglio abbandonarla per strada piuttosto che insistere ottenendo sempre risultati mediocri.

Qualcuno potrebbe obiettare che una strategia non funziona perché magari abbiamo stabilito un budget troppo limitato o non abbiamo selezionato bene il nostro target.

Gli indicatori di prestazione possono aiutarci a capire dove sta l’errore e se il caso di continuare ad insistere su quella strada oppure cambiarla.

Roberto Lo Russo
Roberto Lo Russo
Dirigente, Laurea in Economia e Commercio. Cultore del franchising. E' editore di Start Franchising e coautore del libro Franchising Italiano, best seller su Amazon. Giornalista, collabora con diverse testate specializzate

Ti è piaciuto l'articolo?

Resta in contatto con noi

Iscriviti alla newsletter e riceverai tanti altri consigli di marketing per la tua insegna di franchising. Se ti iscrivi oggi riceverai il nostro ebook gratuito per calcolare il budget da dedicare alla lead generation in base ai tuoi obiettivi di aperture

>